Curiosità e divagazioni

martedì 30 agosto 2016

Posted by Claudia on 00:46:00 in | No comments
Soggiornare in Australia
L’Australia, in passato, ha goduto di una buona reputazione nell’immaginario italiano e tante persone hanno realizzato i loro desideri; quello di abitare in Australia o lavorare in Australia, in una sorta di fuga immaginaria dalla realtà del nostro paese. 

Ma non sono mancate le disillusioni e le denunce relative a sfruttamento del lavoro ed altri maltrattamenti.  Nonostante questo,  l'Australia è ancora meta ambita, anche e soprattutto per turismo.

Sidney e Melbourne sono le città più nominate, tanto che molti spesso credono che una delle due città  possa essere la capitale dell’Australia, ma in realtà è Canberra, città con poco più di 330.000 abitanti. 

L’Australia, una delle più grandi isole del nostro pianeta, è splendida da visitare e, indimenticabile, resta nel cuore di chi ha la fortuna di potervi soggiornare; per evitare contrattempi e problemi, anche di natura burocratica, è bene però viaggiare informati e prendere tutte le precauzioni necessarie affinché il soggiorno si riveli perfetto. 

Per raggiungerla, il mezzo più comodo e rapido è senza dubbio l’aereo. Un volo Italia Australia impiega una ventina di ore per coprire la tratta; aeroporti e scali nel continente sono numerosi perciò, a seconda di dove ci si dovrà recare, con buona probabilità si riuscirà a trovare quello più comodo. 

La rete di trasporti è molto varia, ci si potrà spostare con voli interni, treni, autobus, taxi e traghetti mentre, chi volesse muoversi in maniera autonoma, disponendo di una patente internazionale (o tradotta in lingua inglese), avendo compiuto 21 anni ed essendo in possesso della patente da almeno 12 mesi, potrà noleggiare una macchina, ricordando che però la guida è sul lato sinistro. 

E’ utile sapere che i controlli doganali sono severi e non è possibile portare cibi freschi mentre, nel caso di medicinali, sarebbe buona norma far compilare al proprio medico una certificazione che attesti la patologia e la necessità di principi attivi ben definiti. 

Un passaporto valido (con validità rimanente di oltre 6 mesi) è necessario per espatriare così come, in caso di viaggio turistico lo è il visto, l’e-visitor o l’ETA, la versione elettronica del visto che può essere richiesta anche presso agenzie di viaggio o compagnie aeree; in caso di viaggio d’affari è utile richiedere l’e-visitor, l’ETA o il visto d’affari, in caso di vacanza-lavoro, investimento, lavoro o per motivi di studio si potranno richiedere vari tipi di visto, in base alla presenza o meno di alcuni prerequisiti. 

Per informazioni sul visto da richiedere e le procedure necessarie è necessario contattare l’ESC (Europe Service Centre) dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 17 al numero 06-87500780 oppure, sul sito Australian Government  - Department of immigration è possibile, compilando un formulario, scoprire il tipo di visto necessario per poter entrare in territorio Australiano. 

Non sono richieste vaccinazioni a meno che non si provenga da paesi in cui sia presente la febbre gialla ma, appena giunti sul territorio ci si dovrà autodenunciare a un centro Medicare per ottenere una copertura sanitaria ed un eventuale rimborso per le spese sanitarie; chi si reca nel Western Australia dovrà portare da casa o comprare in loco repellenti contro le zanzare, una precauzione essenziale per la presenza di una specie che trasmette un’infezione virale particolarmente fastidiosa. 

La protezione solare è inoltre importantissima e non può essere mai dimenticata, in nessuna ora della giornata. Le precauzioni da prendere non si fermano qui perché seppure le strade siano in ottimo stato, quando ci si allontana da quelle più battute si rischia di viaggiare per molto tempo in completo isolamento, senza incrociare altri automobilisti e “scontrarsi” con strade dalla manutenzione poco curata; per questo motivo è consigliabile, partendo per un tour in solitaria, procurarsi acqua, cibo e avvertire qualcuno della méta. 

Vacanze in Australia
Impossibile non spendere due parole sulla lingua più parlata che qui è l’inglese o inglese australiano (nel corso del tempo ha infatti subito contaminazioni e “storpiature” rispetto a quello che conosciamo noi), seguita dal francese mentre, per quel che riguarda il fuso orario ce ne sono ben 3: il Western Australia è avanti 7 ore rispetto all’Italia, il centro 8 ore e trenta mentre Tasmania, Victoria, Queensland e South Wales sono avanti 9 ore.  Volendo visitare l’intera Australia si dovrà mettere in conto di portare capi di abbigliamento molto diversi tra loro e, soprattutto partire con il presupposto che le stagioni sono inverse alle nostre; le varie aree hanno microclimi differenti però, l’ideale è organizzare il viaggio al di fuori del periodo delle piogge che allagano tutto e rendono inagibili molti luoghi, perfetto perciò programmare la partenza da aprile fino a settembre La valuta usata è il dollaro australiano indicato con la sigla A$ 
Dollaro Australiano A$
Una volta arrivati per altre necessità ci si potrà comunque rivolgere all’ Ambasciata Italiana in Australia situata a Canberra, l’indirizzo completo è: 12 Grey Street , Deakin, Canberra, Act 2600. Telefonicamente può essere raggiunta al +61 262733333 mentre via mail può essere contattata agli indirizzi ambasciata.canberra@esteri.it o ufficioconsolare.canberra@esteri.it.  Esistono poi consolati sparsi sul territorio, a Sidney, Melbourne, Brisbane, Adelaide, Perth, oltre i consolati onorari a Hobart, Griffith, Newcastle, Wollongong, Cairns, Townsville, Darwin.

0 commenti:

Posta un commento

Grazie per il tuo contributo. Tutti i commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

loading...

Cerca nel blog