Curiosità e divagazioni

martedì 9 aprile 2013

Posted by vic23 on 14:23:00 in | 1 comment
Aggiungi didascalia


La Germania è sempre più verde, l’innovazione, il ricorso alle energie alternative, la sperimentazione anche nel settore dei trasporti hanno fatto un passo avanti e ora, con Primove, stanno arrivando i test per la ricarica wireless dei mezzi pubblici.

Mannheim sarà la prima a verificare l’opportunità di utilizzare mezzi green che non utilizzino carburante ma riescano a eliminare l’inquinamento ambientale e, con le possibilità di integrazione, anche quello acustico e visivo; grazie alla sua flessibilità, può essere progettato e configurato in modo da adattarsi e inserirsi perfettamente nell’ambiente, predisponendo le basi di ricarica wireless lungo il percorso.

Installabile su tram, autobus, camion e automobili, utilizza il principio del trasferimento di potenza induttivo, con possibilità di ricarica sia in movimento che a riposo; la batteria, piccola e leggera, ha una lunga durata mentre il sistema “invisibile” può essere interrato e rivestito con materiale diverso, dall’asfalto al cemento.

Questo si traduce non solo in un minore inquinamento, ma anche nella possibilità di destinare un maggiore spazio al trasporto di passeggeri che, come certificato, non subiranno la presenza di campi magnetici e potranno godersi il viaggio in tutta sicurezza.

Gli autobus, fabbricati in Svizzera, si baseranno su un principio molto semplice: un conduttore elettrico genera un campo magnetico che, a sua volta produce corrente in un conduttore che si trovi nel suo campo.

Con Primove, questa corrente genera energia, sfruttata per far funzionare i mezzi di trasporto.

Le bobine installate sul pullman (in questo caso, ma potrebbe essere un qualsiasi altro mezzo di trasporto) riescono a intercettare la potenza induttiva e, l’attivazione della carica avviene nel momento in cui il mezzo transita sui segmenti di carica. In questo modo non vi sarà necessità di fermarsi a far rifornimento poiché questo avverrà durante la corsa, mentre i passeggeri saranno a bordo, avendo la garanzia della continuità del servizio.

Si tratta quindi di una vera e propria innovazione che potrebbe rivoluzionare completamente il mondo dei trasporti che potrebbe finalmente diventare “verde”, e rispettare l’ambiente; il fatto che questo sistema possa essere integrato anche su camion, camioncini e automobili, è indubbiamente un vantaggio.

Nel caso delle automobili, si prevede la possibilità, in un futuro che si spera non sia troppo lontano, di installare dei punti di ricarica presso luoghi in cui si tende a sostare per periodi più o meno lunghi, come il parcheggio del supermercato; in questo modo, per gli automobilisti, si configurerebbe l’opportunità di “fare il pieno” senza perdere tempo.

Dal 2012, un analogo esperimento è in corso in Belgio su due mezzi di trasporto, c’è da augurarsi che presto anche l’Italia, che fino a questo momento è stata alla finestra a guardare, si decida di dare una svolta al mondo dei trasporti e adottare sistemi che siano verdi e consentano di recuperare anche la bellezza dell’arredo urbano.


1 commento:

Grazie per il tuo contributo. Tutti i commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

loading...

Cerca nel blog