Curiosità e divagazioni

martedì 21 febbraio 2012

Posted by Claudia on 15:57:00 in | No comments

Il Fondo Kioto è appena stato presentato ufficialmente alla presenza del ministro dell’ambiente, del ministro dello sviluppo economico, del presidente della conferenza Stato-Regioni, del Presidente e dell’amministratore delegato della Cassa depositi e prestiti e del Presidente dell’Abi ( Associazione bancaria Italiana).

Il Fondo Kyoto permetterà, a partire dal prossimo 2 marzo 2012 fino al 14 luglio 2012 , la presentazione di domande per accedere al bando che mette a disposizione 600  milioni di euro per le energie da fonti rinnovabili.

Il fondo serve a finanziare progetti ed opere per la riduzione delle emissioni dei gas ad effetto serra, in attuazione con il Protocollo di Kyoto. Le domande per accedere ai finanziamenti possono essere compilate solo online, collegandosi al sito web della Cassa depositi e prestiti.

I beneficiari di questo fondo sono Imprese, Enti pubblici, ESCO, Persone fisiche, condomìni, fondazioni. 

MISURE DI FINANZIAMENTO PREVISTE
 
Sono previsti interventi su impianti a micro-trigenerazione diffusa, instllazioni di impianti da fonti rinnovabili e risparmio energetico (a livello regionale) e sostituzione di motori elettrici industriali, ricerche in tecnologie innovative e gestione forestale sostenibile (a livello nazionale).

♦ Micro-cogenerazione diffusa
  • Impianti di nuova costruzione, con potenza nominale fino a 50 kWe, che utilizzano come fonti energetiche: gas naturale, biomassa vegetale solida, biocombustibili liquidi di origine vegetale, biogas e in co-combustione gas naturale-biomassa.
♦ Fonti rinnovabili 
  • impianti eolici con potenza nominale installata compresa tra 1 kWp e 200 kWp;
  • impianti idroelettrici con potenza nominale installata tra 1kWp e 200 kWp;
  • impianti termici a biomassa vegetale solida (pellets o cippato) di potenza nominale termica tra 50 kWt e 450 kWt;
  • impianti fotovoltaici integrati o parzialmente integrati negli edifici con una potenza nominale tra 1 e 40 kWp;
  • impianti solari termici con superficie d’apertura fino a 200 m2.
♦ Usi finali
  • Investimenti sull’involucro di edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari esistenti, riferiti a strutture opache verticali, orizzontali o inclinate, chiusure trasparenti comprensive di infissi e vetri, chiusure apribili e assimilabili, che delimitano il volume riscaldato verso l’esterno e verso vani non riscaldati.
  • Investimenti per climatizzazione diretta tramite teleriscaldamento da impianti di cogenerazione di potenza nominale fino a 500 kW alimentati da gas naturale, biomassa vegetale solida, biocombustibili vegetali liquidi, biogas e in co-combustione gas naturale-biomassa;
  • Investimenti per climatizzazione edifici da impianti geotermici a bassa entalpia fino a 1 MWt;
  • Investimenti in impianti di cogenerazione di potenza nominale fino a 5 MWe alimentati da gas naturale, biomassa vegetale solida, biocombustibili vegetali liquidi, biogas e in co-combustione gas naturale-biomassa.
♦ Motori elettrici
  • Investimenti per sostituzione motori di potenza nominale >90 kWe con motori ad alta efficienza.
♦ Protossido di azoto
  • Investimenti sui cicli produttivi delle imprese che producono acido adipico e di quelle agro-forestali. 

BENEFICIARI
Imprese, Enti pubblici, ESCO, Persone fisiche, condomìni, fondazioni. 

SPESE AMMISSIBILI
a) Progettazione di sistema, compresa l'eventuale realizzazione di diagnosi energetica e studi di fattibilità;
b) Apparecchiature, incluse le forniture di materiali e dei componenti strettamente necessari alla realizzazione dell'intervento;
c) Infrastrutture, comprese le opere edili strettamente necessarie alla realizzazione dell'impianto, e allacciamento alla rete;
d) Installazione, compresi avviamento e collaudo.

AGEVOLAZIONI
Finanziamenti al tasso 0,50% a copertura del 70% dell’investimento (per imprese e privati) o del 90% dell’investimento (per enti pubblici). 
La durata massima è di 6 anni (15 anni per gli enti pubblici). 
Ammortamento a rate semestrali costanti posticipate.

Gli incentivi descritti sono cumulabili con il Conto Energia e con le Detrazioni fiscali 55%.

TERMINI DI PRESENTAZIONE

Fino al 14 luglio 2012





0 commenti:

Posta un commento

Grazie per il tuo contributo. Tutti i commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

loading...

Cerca nel blog